vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Varisella appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Riserva Naturale Integrale "Madonna della Neve sul Monte Lera"

Nome Descrizione
Indirizzo A cavallo dei monti che degradano a nord nel vallone di Varisella
Telefono 011.4993311
Fax 011.4594352
EMail protocollo@parchiareametropolitana.to.it
Sede Ente di gestione delle Aree Protette dell'Area Metropolitana di Torino
via Carlo Emanuele II, 256 - 10078 Venaria Reale (TO)
Apertura L'accesso del pubblico all'area è vietato, ad eccezione del giorno 5 agosto di ogni anno, festa della Madonna della Neve a cui è dedicata l'omonima cappella sul monte Sap. Negli altri periodi dell'anno, sono concesse deroghe al fine di soddisfare documentate esigenze a scopo di ricerca scientifica per le quali è necessaria l'autorizzazione dell'Ente di gestione.
Informazioni Ente di gestione delle Aree Protette dell'Area Metropolitana di Torino
Istituita con legge regione Piemonte n. 38 del 9/12/1982, si estende sulla dorsale che si snoda dal Montelera al Monte Bernard, attraverso la Punta Fournà, insiste sul territorio dei Comuni di Varisella e Givoletto; è stata la prima riserva naturale integrale del Piemonte.

La finalità principale dell’istituzione della Riserva naturale integrale “Madonna della Neve sul Montelera” riguarda la tutela e la conservazione nel tempo della specie botanica Euphorbia gibelliana, qui presente nell’unica stazione conosciuta al mondo.

Quella integrale è uno speciale tipo di Riserva che garantisce la protezione dell’ambiente naturale nella sua integratà: al suo interno non è ammessa alcuna presenza umana, ad eccezione dei soli interventi a scopo scientifico.

L’area occupa un’estensione di circa 49 ettari, per lo più a prato: le modalità di conservazione e di tutela sono stabilite in un piano naturalistico, appositamente redatto dall’IPLA.

L’Euphorbia Gibelliana è una specie erbacea perenne, alta fino a 60/80 cm. , i fusti aerei si presentano fittamente raggruppati a 20-40 formando delle colonie di aspetto cespitoso.

Come tutte le euforbiacee la pianta è ricca di un latice bianco che si rapprende rapidamente all’aria, l’infiorescenza è un’ombrella a cinque raggi portanti un solo fiore, circondata da cinque foglie verdi giallastre.

da Piemonte Parchi 20 – anno II n. 6

Allegati